Archiviazione dati a lungo termine

L’archiviazione dei dati a lungo termine si esegue mediante l’estrazione dalle sorgenti originarie per trasferirli su un supporto adatto, tale da aumentarne la protezione. Ciò è possibile, ad esempio, sfruttando sia dei supporti di tipo magnetico, meccanico e ottico per registrare e conservare le informazioni sia dei luoghi altamente sicuri e sorvegliati in cui riporli e custodirli. Al riguardo, si fa notare quanto la long-term data storage sia davvero importante per le imprese perché all’occorrenza i dati dovrebbero essere facilmente accessibili, riutilizzabili e interoperabili.

Si tratta quindi di archiviare in maniera persistente e protetta quei dati post-progetto digitalizzati, replicati o stampati che nell’immediato presente non sono più utili ma di certo torneranno ad esserlo in un futuro prossimo o lontano secondo le operazioni da svolgere e gli obiettivi da raggiungere, magari per questioni legali, commerciali o di studio e ricerca. Questi dati da mettere da parte poiché non servono più quotidianamente vengono definiti cold data, cioè dati freddi d’accantonare in frigorifero.

In particolare, al fine di attuare un’ottimale archiviazione dati a lungo termine cosicché essi si mantengano sempre intatti, disponibili e distribuibili, persino in caso di disastri o attacchi di vario genere, l’ideale è avvalersi dell’integrazione di più soluzioni virtuali, strategiche e fisiche. Rispetto a ciò, fanno da esempio le memorie di massa efficienti e spaziose, i servizi online di Cloud Storage offerti da provider esperti e affidabili, gli ambienti blindati e controllati, ecc.

Per chi lo desidera, è possibile approfondire il discorso sulla long-term data storage grazie alla lettura dei prossimi paragrafi di questa pratica guida tecnologica.

 

Come avviene l’archiviazione dei dati nel lungo periodo?

È noto come l’archiviazione dei dati a lungo termine consista nel loro spostamento in una nuova posizione più protetta per un arco di tempo piuttosto esteso sfruttando uno spazio idoneo alla loro perfetta conservazione garantendone l’integrità e la libertà di accedervi senza alcun ostacolo per leggerli, manipolarli, copiarli e così via. Allo scopo, in commercio esistono dei supporti di memorizzazione dei dati che si diversificano per la capienza, la resistenza e la durabilità, cioè delle caratteristiche dipendenti dai materiali di costruzione e dal tipo di prodotto preso in considerazione. Facendo degli esempi dal punto di vista della durata, un disco rigido può continuare a funzionare al meglio all’incirca per 3 anni, un dispositivo SSD per poco più di un decennio,un’unità ottica per alcuni decenni, mentre un nastro magnetico garantisce la conservazione del dat per più di 20 anni, sempre nel caso in cui i supporti vengano mantenuti in un ambiente protetto e a temperatura ed umidità controllata..

 

Perché è vantaggiosa la long term retention dei dati aziendali?

Parlare di long term data retention, ossia di conservazione a lunga scadenza non solo dei dati presenti ad esempio nei database digitali o nelle banche dati cartacee ma anche delle loro copie di sicurezza, significa affermare con elevata certezza che i dati aziendali resteranno ben leggibili, modificabili e trasferibili per tanto tempo. Ma i vantaggi di un’archiviazione dati a lungo termine che si dimostri completa, coerente e affidabile non finiscono qui, eccoli elencati qui di seguito:

  • Mettere al sicuro le innumerevoli informazioni accumulatesi nel tempo (big data) che hanno molta rilevanza sia per le aziende interessate al loro valore commerciale e legale sia per i privati preoccupati di non perdere i loro preziosi ricordi trasformati in file, per esempio video, fotografie e documenti. Ciò significa difendere al meglio i dati dal degrado e dalle perdite (accidentali o intenzionali a causa dei criminali informatici) scegliendo i supporti di memoria più opportuni alla situazione.
  • Accedere ai dati archiviati in ogni momento secondo il bisogno e persino da qualsiasi luogo se sono stati caricati anche online.
  • Rafforzarsi contro gli hackeraggi dei malintenzionati, cosa fondamentale ad esempio per proteggere la reputazione aziendale e rassicurare i clienti decisi ad andarsene riuscendo invece a trattenerli.

 

Come si può realizzare un’ottimale archiviazione dati nel lungo periodo?

Per rendere concreta un’affidabile e protetta conservazione dei dati a lungo termine è necessario armonizzare con intelligenza l’impiego di più soluzioni hardware e software e di più strategie e procedure che consentano di accedere con facilità ad essi per leggerli, riutilizzarli e spostarli al bisogno. A tal riguardo, ecco proposto qui di seguito tutto ciò che serve davvero per realizzare un’ottimale archiviazione dei dati a lungo termine cosicché essi restino sempre integri anche in caso di disastri ambientali, attacchi informatici o altre gravi problematiche e sia possibile accedervi quando e dove lo si desidera:

  • Supporti molto spaziosi e durevoli per la memorizzazione delle informazioni, ad esempio hard disk, nastri magnetici e unità SSD. In particolare, i nastri magnetici sono economici e hanno delle capacità di archiviazione elevate del giro di diversi Terabyte mentre i dischi rigidi sono più sicuri contro la cancellazione inavvertita dei dati e permettono di memorizzarli e recuperarli più velocemente. Inoltre, combinando più hard disk grazie alla tecnologia RAID è possibile aumentare notevolmente lo spazio di archiviazione. Per quanto riguarda le unità SSD, si tratta di dispositivi molto resistenti, duraturi e veloci nel trasferimento dei dati che si dimostrano ideali per i server di backup in loco. Fra l’altro, sul mercato sono disponibili anche i dischi ottici di nuova generazione per registrare i dati, per esempio gli UltraHD Blu-ray che sono decisamente più capienti rispetto al passato, infatti oggi si parla di ben 100 GB, e in grado di offrire un’alta qualità video per i filmati.
  • Procedure avanzate, valide e testate per effettuare il backup dei dati. In merito ciò, è opportuno formare adeguatamente il personale dipendente perché utilizzi in maniera corretta ogni procedura connessa ai sistemi di backup dei dati aziendali.
  • Luoghi ben protetti e controllati per custodire i dati più rilevanti o da mantenere segreti per gli obiettivi da raggiungere, ad esempio, caveau sotterranei e blindati oppure le loro versioni mobili più moderne.
  • Servizi esterni per l’archiviazione dati nel lungo periodo che offrano assistenza per il loro ripristino di emergenza e tutta la consulenza necessaria.
  • Servizi di Cloud Computing per classificare, ridondare e replicare i dati più recenti e più sfruttati risparmiando soldi sull’acquisto di nuove tecnologie e rispettando le leggi, per esempio il Cloud Storage che assicura la durabilità e la scalabilità dei dati.
  • Software di backup dei dati per replicarli con regolarità in modo da garantirne l’integrità.
  • Server di backup in loco che siano posizionati in reti segregate e protette senza l’accesso a Internet per difendersi ancor di più dai criminali informatici.
  • Capacità di restare al passo con i tempi in continua evoluzione tecnologica continuando a catalogare e copiare le informazioni più importanti per gli scopi prefissati con pazienza, consapevolezza e attenzione.
  • Formati aperti per i file, ad esempio PDF, JPEG e MPEG-2, per garantire la compatibilità logica delle informazioni con le nuove applicazioni da usare per leggerle, modificarle e salvarle.
  • Pianificazione del recupero dei dati critici da realizzare cercando di avere delle aspettative realistiche secondo la situazione specifica e l’attività professionale presa in considerazione.

 

A chi rivolgersi per la memorizzazione dei dati a lungo termine?

Al fine di eseguire un’ottimale archiviazione dati a lungo termine è possibile ricorrere all’affermata e seria Data Storage Security, un’azienda basata a Fidenza (PR)pluricertificata in merito ai sistemi di gestione della sicurezza delle informazioni e della qualità (ISO). In particolare, l’impresa si contraddistingue per la presenza di professionisti qualificati all’interno del suo organico lavorativo, l’esperienza ultra trentennale e l’ampia offerta di soluzioni informatiche e fisiche idonee sia per la conservazione dati nel lungo periodo sia per soddisfare altre esigenze inerenti gli stessi.

Riguardo ai rimedi strategici, procedurali e tecnologici indispensabili per prevenire i rischi e risolvere i danni riconducibili alle debolezze delle banche dati da tutelare e rafforzare, si fanno notare ad esempio i servizi di Remote Archive e Remote Backup oltre alle attività di recupero dati e per la distruzione delle informazioni e il servizio di trasporto sicuro degli archivi digitali e dei database cartacei. Come se non bastasse, ecco proposti qui sotto altri esempi di soluzioni di punta dell’azienda Data Storage Security:

  • Caveau sorvegliati e dotati di sistemi di climatizzazione e impianti antincendio per custodire con estrema efficacia i dati.
  • Infrastrutture ICT innovative per trasmettere, ricevere ed elaborare le informazioni ed aumentarne il valore strategico.
  • Media Off-Site Storage, ossia l’archiviazione multimediale fuori sede tramite il servizio di backup dei dati da remoto e l’attività di offsite tape vaulting per conservare le copie dei nastri dei clienti. In pratica, Media Off-Site Storage porta ad attuare al meglio l’archiviazione di lungo termine dei dati 

 

Date un’occhiata ai nostri servizi.