L’importanza dell’archiviazione dati aziendali

Le aziende raccolgono regolarmente tantissime informazioni e dati personali di dipendenti, collaboratori e clienti che regolarmente entrano in contatto con l’azienda stessa. Tutti i dati che vengono regolarmente archiviati sono fondamentali per moltissimi aspetti, come quelli relativi alle ricerche di mercato, alle statistiche, alle preferenze della clientela e molto altro.

Tuttavia, potrai facilmente comprendere come la corretta conservazione di tutte queste informazioni non è sempre semplice né immediata; ecco perché è fondamentale che le aziende imparino a gestire metodologie di archiviazione a breve o lungo periodo, in base al tipo di informazioni raccolte e, naturalmente, alle esigenze dell’azienda. Inoltre, non va dimenticato che lo storage dei dati in molti casi è obbligatorio per legge: per questo motivo alcune informazioni devono essere necessariamente archiviate per rispettare le normative vigenti.

Per quanto riguarda le tecnologie da scegliere, va sottolineato che oggi esistono differenti metodi e strategie per archiviare i dati aziendali. La scelta di un metodo o di un altro dipende da diversi fattori, ossia dal volume di dati, dalla frequenza di utilizzo degli stessi nonché da aspetti tecnici, legati proprio ai dispositivi informatici in dotazione all’azienda. Va comunque sottolineato che indipendentemente dal tipo di tecnologia utilizzata lo scopo finale deve essere quello di avere uno storage dinamico e moderno, in grado di bypassare l’obsolescenza tecnologica del backup.

Tra le varie possibilità, la modalità che meglio si addice ad aziende che gestiscono un gran numero di dati e, pertanto, hanno bisogno di archiviare volumi medio-grandi di informazioni è quella di procedere con l’archiviazione su nastro. Si tratta infatti di una soluzione in grado di assicurare un elevato spazio di storage ma, allo stesso tempo, molto compatta e poco dispendiosa. Inoltre, garantisce un’elevata sicurezza per i file criptati e offre la possibilità di ricerca veloce.

Tecnologia LTO: di che si tratta?

La tecnologia di storage su nastro maggiormente apprezzata dalle aziende che hanno volumi medio-alti di dati è sicuramente la LTO. Questo termine è un acronimo di Linear Tape Open e non si tratta di un nuovo modo di archiviare dati visto che già alla fine degli anni Novanta era nata come alternativa open ai formati proprietari di storage su nastro magnetico. Naturalmente la tecnologia odierna dell’LTO è molto differente da quella immessa sul mercato alla fine del secolo scorso: sono infatti passate diverse generazioni di nastri e sviluppate tecnologie tali da aver completamente cambiato questo tipo di strumento. Oggi, la più recente tecnologia LTO è la Ultrium che permette di archiviare fino a 12 TB standard o 30 con compressione 2.5:1; per questo motivo sono tra le scelte maggiormente effettuate dalle aziende che vogliono archiviare i propri dati con un backup sicuro e conveniente.

Ma come funziona la tecnologia LTO? Di seguito forniremo alcune informazioni di base per comprendere al meglio le sue principali proprietà. Per prima cosa dobbiamo sottolineare che essa è particolarmente avanzata e si basa sull’utilizzo di nastri particolari, caratterizzati da quattro bande sulle quali vengono trascritte le informazioni relative ai dati registrati.

Il punto di forza degli LTO è dato sicuramente dalla capacità elevata: va sottolineato che questa tecnologia è stata sviluppata nel tempo ed è da subito stata progettata per una crescita di capacità con step successivi definiti fasi o generazioni. In particolare, quando si parla di LTO si fa riferimento a sei differenti generazioni che, a partire dal 1998, sono state in grado di implementare la capacità da 100 giga a 12 Tera. Anche la velocità di memorizzazione è aumentata: se, infatti, gli LTO trasferivano file a 40 Mega al secondo, oggi la velocità è di 540 Mega al secondo. Inoltre le nuove generazioni di LTO sono dotate di software di compressione, per garantire una capacità di backup veramente molto elevata.

Proprio per quanto riguarda la compressione è fondamentale sottolineare che il software di compressione utilizzato in questo sistema è progettato per assicurare il corretto passaggio di tutti i dati: non si rischia pertanto la perdita dati nel passaggio al formato compresso. Infine, i nastri LTO sono indicizzati per cui è molto facile recuperare i file di interesse.

Backup su nastro: le proposte di Data Storage Security (DSS)  

Dopo quanto detto potrai facilmente comprendere come la tecnologia su nastro è particolarmente conveniente in caso di esigenze di storage con big data o comunque ogni volta che si presenta il problema di dover conservare file per periodi medio-lunghi.

La tecnologia LTO, infatti, è quella più adatta alla conservazione a lungo termine di tutti quei dati che non vengono regolarmente utilizzati ma tenuti in archivio senza esigenza d’uso frequente. Si tratta pertanto di una delle soluzioni che meglio rispondono alle esigenze di numerose aziende, essendo allo stesso tempo in grado di conservare un gran numero di informazioni a costi relativamente bassi.

Tra le proposte LTO oggi presenti sul mercato non si può non prendere in considerazione quella dell’azienda italiana Data Storage Security, leader nel settore della protezione dati. DSS propone il servizio Recupero Dati, che permette allo stesso tempo di garantire una corretta conservazione di file e informazioni e, soprattutto, di sopravvivere all’obsolescenza della tecnologia di backup.

DSS ha infatti creato una soluzione multi-piattaforma di Recupero Dati che permette di recuperare ogni dato storico memorizzato su LTOx. La particolarità di questa tecnologia è che essa riesce a leggere qualsiasi versione LTO, ossia nastri di ogni generazione. In questo modo si potrà avere la sicurezza di dati sempre a portata di mano, anche se il loro storage era avvenuto in periodi precedenti l’ultima versione LTO. Una soluzione particolarmente interessante soprattutto per le aziende di lunga data, la cui mole di dati è sicuramente molto elevata e i cui archivi, se subito digitalizzati, sicuramente prevedono una memorizzazione su nastri LTO di generazioni precedenti.

Conclusione

L’importanza di conservare, ossia archiviare copie di dati in modo che siano sempre disponibili per qualsiasi motivo è oggi più che comprovata. A seconda del tipo di dati e del loro utilizzo è tuttavia fondamentale che le diverse aziende sappiano quale tipo di backup preferire, ricordando che la tecnologia LTO rappresenta di gran lunga il miglior modo per un recupero dati sicuro e rapido che permette inoltre di unire praticità e convenienza nelle operazioni di archiviazione.